Redazione - 10 ottobre 2017


Salute del capello: quali fattori la migliorano

Il benessere dei nostri capelli deriva innanzitutto da una corretta dieta alimentare. I capelli sono costituiti essenzialmente da due amminoacidi: lisina e cistina

Salute del capello: quali fattori la migliorano

I capelli sono una parte importante del nostro corpo, non solo perché proteggono da shock termici e sbalzi di temperatura la nostra preziosa scatola cranica, ma anche per la loro indubbia valenza psicologica e sociale. Capelli sani e curati sono indice di una persona fisicamente in salute, nonché attenta alla propria pulizia. Il benessere dei nostri capelli deriva innanzitutto da una corretta dieta alimentare. I capelli sono costituiti essenzialmente da due amminoacidi: lisina e cistina. Purtroppo però il nostro organismo non è in grado di sintetizzare queste molecole organiche autonomamente, ed è qui che entra in gioco la nostra dieta. Una delle principali cause di indebolimento e caduta dei capelli sta nella limitata assunzione di alimenti quali pesce, legumi, carni bianche e rosse. Altre sostanze fondamentali per avere dei capelli sani e forti sono il ferro, essenziale per l’ossigenazione dei tessuti, lo zinco, il rame e il magnesio per la formazione della melanina che conferisce il colore al capello. Nella dieta però non possono mancare frutta e verdura poiché ricchi di minerali, oligo-elementi e antiossidanti naturali, tutti alleati fondamentali nella lotta agli effetti negativi dei radicali liberi. Se però si ha difficoltà a seguire una dieta che integri queste sostanze, si possono assumere degli integratori specifici, come le compresse Tricovel, che servono a compensare le carenze della nostra dieta.

Poi la scelta dello shampoo è fondamentale: è sufficiente lavarsi con uno shampoo neutro 2/3 volte a settimana ed infine tamponare con un asciugamano. Troppi lavaggi e l’uso di shampoo aggressivi sono deleteri per la salute del capello. Inoltre durante l’asciugatura è bene evitare temperature eccessive nonché asciugacapelli a brevi distanze dal capo, magari utilizzando dei diffusori e mantenendo una distanza minima di 20/25 cm.

E il taglio di capelli come influisce? Bisogna sapere che ogni capello si compone di: fusto, la parte lunga ed esterna, e cellule germinative, che sono sotto la cute e sono addette alla crescita del capello. Tagliare i capelli quindi non li rende più forti come in molti credono perché la lunghezza non influisce sulle cellule germinative. Ma un taglio corto è preferibile per permettere una maggiore traspirazione del cuoio capelluto oltre a facilitare il processo di lavaggio e asciugatura.

Altri consigli per conservare la salute del capello
Non abusare mai della piastra che rischia di bruciare i capelli, soprattutto ad alte temperature. Si consiglia caldamente di leggere le etichette dei vostri prodotti per la cura dei capelli prima di comprarli, assicurandosi di sapere cosa andate a mettere sul vostro capo. Inoltre è utile rivitalizzare il capello con rimedi naturali a base di camomilla, olio di sesamo o di oliva senza dimenticare i balsami o un ben più sano massaggio del cuoio capelluto.

Infine del sano esercizio fisico poi è quanto di più giusto e naturale possiate fare per la salute dei vostri capelli che sono da sempre indice di salute fisica e psicologica. Non è infatti un caso se le persone stressate o con gravi disturbi salutari presentano un capello più esile e fragile.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.