Redazione - 9 novembre 2017


Come scegliere l’aspirapolvere

Come scegliere l'aspirapolvere

Siete alla ricerca del migliore aspirapolvere? Non sapete come scegliere? Non preoccupatevi, perché non siete gli unici! Decidere quale aspirapolvere comprare è un passo molto importante, anche perché alcuni di questi apparecchi, hanno un prezzo decisamente importante. Ed è proprio per questo motivo che abbiamo deciso di realizzare una guida all’acquisto, che comprendesse le varie tipologie e le caratteristiche da ricercare.

Scopa elettrica o aspirapolvere a traino?
La prima decisione che dovete prendere è se acquistare una scopa elettrica tradizionale, oppure un aspirapolvere a traino. Vediamo insieme le principali caratteristiche:

  • Scopa elettrica: sono generalmente più pesanti, hanno una buona potenza, ma una capacità ridotta rispetto ai modelli a traino. Generalmente, la scopa elettrica ha anche delle spazzole motorizzate nella testa della scopa, che aiuta a raccogliere in modo migliore i capelli o i peli – fondamentale per chi ha in casa animali domestici.
  • Aspirapolvere a traino: sono più leggere e compatte delle scope elettriche. Sono generalmente migliori nella pulizia delle scale e per raggiungere i posti più difficili. Inoltre, sono ideali per raccogliere la polvere vicino ai battiscopa. Tuttavia, siccome hanno motori grossi e potenti, sono anche più rumorose e consumano più energia elettrica.

Con o senza sacchetto?
Anche se l’aspirapolvere senza sacchetto è stata inventata dall’inglese Dyson, oggi giorno sono moltissimi i produttori che fanno altrettanto. Tant’è vero, che gli aspirapolvere senza sacchetto, hanno ormai superato in popolarità quelli col sacco. Vediamo insieme le principali differenze:

  • Aspirapolvere senza sacco: intrappolano tutto lo sporco all’interno di un contenitore, che va poi svuotato direttamente nella spazzatura. Il processo è lineare, ma svuotare il contenitore della polvere, può essere un lavoro “sporco”, non ideale per coloro che soffrono di allergie.
  • Aspirapolvere con sacco: intrappolano tutto lo sporco all’interno del classico sacchetto, che può essere di carta o di stoffa. Generalmente, hanno una capacità maggiore e sono più igienici, ideali per coloro che soffrono di allergie. Lo svantaggio è il costo extra per l’acquisto dei sacchetti, in particolare per alcuni marchi.

Altre importanti caratteristiche
Nelle precedenti sezioni, abbiamo visto le due principali differenze tra gli aspirapolvere più comuni disponibili in commercio. Altro punto da prendere in considerazione però, è la possibilità di acquistare una scopa elettrica con o senza cavo. Facciamo una piccola premessa: se avete bisogno di un aspirapolvere piccolo, senza filo e facile da maneggiare, potete anche acquistare una scopa elettrica 2 in 1, il cui aspirapolvere portatile si sgancia letteralmente dalla scopa.

Detto questo, vediamo quali sono i vantaggi per i due rispettivi modelli. Prendiamo in considerazione la sola scopa elettrica, perché generalmente l’aspirapolvere a traino è con filo, a parte poche e moderne eccezioni, molto costose. La scopa elettrica con fino gode senza ombra di dubbio di una potenza maggiore, tuttavia, se la classe energetica non è elevata, può consumare anche di più. Di contro, bisogna tenersi sempre il cavo tra i piedi mentre si passa l’aspirapolvere. La scopa elettrica senza fili, invece, gode di una potenza di aspirazione minore, ma consuma meno. Inoltre, se dotata di un ottimo pacco batterie, può godere di una autonomia eccellente.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.