Redazione - 31 luglio 2018


In vacanza in tutta sicurezza: le regole da seguire per pagare con carte di credito o contanti

In vacanza in tutta sicurezza: le regole da seguire per pagare con carte di credito o contanti

Oramai ci siamo: il mese di agosto sta per iniziare, e insieme a lui comincerà anche il tanto atteso boom delle vacanze. Milioni di italiani caricheranno le valigie in auto o in aereo pronti a partire: in tanti, poi, sceglieranno una meta estera più o meno lontana. Naturalmente gli impegni non riguardano solo la preparazione del bagaglio, che pure risulta essere molto impegnativa: bisogna difatti scegliere la meta, e dunque preparare un itinerario idoneo al tempo a nostra disposizione. Poi emerge anche la necessità di occuparsi dei metodi di pagamento che verranno usati in vacanza: quindi le carte elettroniche e, nel caso dovessero servire, i contanti. Quali sono le regole da seguire per mantenere al top la sicurezza?

Carta di credito in vacanza: l’aspetto della sicurezza
Non si può mai rinunciare ad una carta di credito, anche se bisogna preparasi in anticipo per aumentare la propria sicurezza. Ad esempio alcune volte possono capitare degli incidenti, potremmo perdere la nostra carta o, peggio ancora, divenire vittime di una clonazione. Cosa fare in questo caso? Bisogna ovviamente bloccare la carta, e per farlo basta chiamare l’istituto di credito che l’ha emessa: dunque prima di partire è meglio appuntarsi il numero da chiamare in caso di emergenza. Infatti è meglio provvedere alla segnalazione il prima possibile, per evitare addebiti indesiderati. In questo modo, tutto il denaro perso dopo la segnalazione verrà rimborsato. Un secondo fattore da non sottovalutare per la sicurezza è il controllo. Bisogna verificare i movimenti sulla carta anche e soprattutto quando si è in vacanza: per farlo in tempo reale ci sono le app, o in alternativa gli SMS.

Quali carte sono accettate all’estero?
Tra i circuiti più diffusi e accettati troviamo sicuramente Mastercard e Visa, ai quali seguono Maestro, American Express e la meno diffusa Diners Club. Tuttavia prima di partire è bene controllare i metodi di pagamento accettati nel paese in cui si sta andando in vacanza. Per questo motivo è bene informarsi per tempo e nel caso rivolgersi a istituti bancari come CheBanca!, che permettono di richiedere le carte di credito online del circuito Mastercard, una soluzione utile e veloce per non trovarsi impreparati all’arrivo. In certi casi, poi, la carta di credito è addirittura necessaria: basti pensare a circostanze quali il noleggio di un’auto e dunque i viaggi on the road. Anche le crociere, spesso, accettano solo le carte e non i bancomat per i pagamenti a bordo.

Quando conviene cambiare in contanti?
Ecco un ultimo consiglio: se vi recate in un paese estero con una moneta diversa dall’euro, non commettete mai l’errore di cambiare i contanti all’aeroporto. Meglio cambiare denaro a sufficienza quando ci si trova ancora in Italia. In genere, comunque, la soluzione migliore è un’altra: cambiare il meno possibile, dunque solo quando necessario, e usare la carta di credito per gli acquisti. Ciò vi consentirà di sfruttare un tasso di cambio più conveniente. Viaggiare all’estero è un must, ma bisogna sempre prepararsi per evitare problemi di denaro, sia dal punto di vista  della sicurezza, che da quello della convenienza economica.

Leggi anche: