Mirko La Rocca - 3 giugno 2011


Sony subisce l’ennesimo attacco

Sony subisce l'ennesimo attacco

Sony subisce l’ennesimo attacco

CATANIA, 3 Giugno 2011 – Sembrava che il colosso giapponese fosse riuscito ad arginare tutti gli attacchi e invece ne subisce l’ennesimo, forse il più grave di tutti. Un gruppo di hacker che si fa chiamare Lulz Security ha ieri annunciato di essersi appropriato di oltre un milione di ‘password’, indirizzi e-mail e altri dati personali scardinando i server di SonyPictures.com, protetti, a quanto hanno fatto sapere, da sistemi “a dir poco primitivi”.”Ci siamo introdotti nel sito SonyPictures.com e abbiamo fatto man bassa di più di un milione di dati personali dei suoi utenti, tra cui parole chiave, indirizzi di posta elettronica e date di nascita”, hanno fatto sapere attraverso un messaggio diffuso via Twitter. “Con una singola operazione siamo stati in grado di accedere a tutto, come potete mai riporre la vostra fiducia in una società che si rendere vulnerabile ad attacchi così elementari?”, chiedono poi beffardi gli hacker di Lulz Security con un altro messaggio diffuso via web.

Il gruppo ha dichiarato di essersi limitato a sottrarre informazioni relative a 52 mila clienti della Sony, oltre a 87 mila ‘music coupon’ e codici per il download di musica online visto che il gruppo è corto di donazioni. Il gruppo non è nuovo ad attacchi di questo genere. Infatti qualche mese fa sono riusciti ad introdursi nella rete televisiva della Fox, mentre qualche giorno fa hanno violato il sito della Pbs , la tv americana. L’azione, aveva fatto sapere, era stata per protesta contro la diffusione di un programma su Wikileaks. Sta di fatto che ormai visto i gravi “orrori” dei server nipponici, ci stanno provando un pò tutti. Le dichiarazioni inoltre degli intrusi lascia poca immaginazione alla situazione attuale della sicurezza del colosso nipponico. Pensate che Sony ha dichiarato che la scorsa settimana ci sono stati altri quattro tentativi d’intrusione.

Mirko La Rocca

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.