Alessia Onorati - 6 agosto 2014


Francesco Schettino “professore” alla Sapienza: è polemica

Francesco Schettino "professore" alla Sapienza: è polemica

Francesco Schettino “professore” alla Sapienza: è polemica

Polemiche a non finire per la lecio magistralis tenuta alla Sapienza da Francesco Schettino. L’ex comandante della Costa Concordia è stato infatti invitato per illustrare agli studenti come gestire i momenti di panico in situazioni estreme. Ebbene, la cosa ha scatenato subito una bufera di polemiche soprattutto nei riguardi del docente che ha organizzato l’evento, il criminologo Vincenzo Maria Mastonardi  che lo scorso 5 luglio ha invitato Schettino ad intervenire durante il seminario “Dalla scena del crimine al profiling” organizzato dal Master in Scienze criminologiche e psicopatologico-forensi della facoltà di Medicina dell’Università La Sapienza di Roma. Persino il rettore dell’Università Luigi Frati si è dichiarato estraneo alla cosa ed ha deferito al Comitato etico il docente che ha organizzato il Master. “La partecipazione di Schettino è una iniziativa autonoma e indegna presa da un docente – ha affermato il rettore – La libertà accademica non può essere irresponsabilità, prendiamo le distanze da quello che è avvenuto”. Dal canto suo il professor Mastonardi si difende cercando di calmare la bufera mediatica intorno alla notizia: “Si è trattato di un intervento breve, fatto come protagonista di un fatto di cronaca di rilevanza mondiale – afferma il criminologo – Il master non aveva come cornice un’aula universitaria ma il Circolo aeronautico della Casa dell’Aviatore”. Inoltre spiega che l’idea di invitare Schettino non è stata la sua ma è stato proprio l’ex comandante della Costa Concordia a proporsi: “Non è stata mia l’idea di invitare Schettino -spiega il professore – è lui che, saputo dell’iniziativa, ci ha contattato attraverso i suoi legali chiedendo di poter intervenire per par condicio. Sapeva che degli esperti avrebbero parlato del naufragio e temeva che dalla loro versione potessero derivare danni per la sua linea difensiva. Sicuramente ho sottovalutato le conseguenze della cosa, ma non c’è dubbio che dal punto di vista scientifico il punto di vista del protagonista di quel fatto di cronaca cosi tragico era sicuramente interessante”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.