Tommaso Napoli - 7 agosto 2014


‘Gomorra – La serie’ conquista anche la Gran Bretagna

'Gomorra - La serie' conquista anche la Gran Bretagna

‘Gomorra – La serie’ conquista anche la Gran Bretagna

Dopo aver macinato record su record in Italia in termini di ascolto, ‘Gomorra – La serie‘ riesce nell’impresa di conquistare anche la Gran Bretagna. Rinominato “Gomorrah – The series” per l’estero, il prodotto Sky è stato venduto in circa cinquanta paesi ed entro la fine del 2014 dovrebbe debuttare un po’ ovunque nel mondo. Il 4 agosto scorso è avvenuto il debutto in UK sul canale Sky Atlantic britannico, con i sottotitoli. Dopo solo un episodio andato in onda, le vicende camorristiche di Ciro Di Marzio, detto l’Immortale, e la famiglia Savastano hanno conquistato anche il pubblico inglese. I maggiori quotidiani dell’Inghilterra hanno speso parole di lode, paragonando la serie ideata dallo scrittore Roberto Saviano, con la regia di Stefano Sollima, Francesca Comencini e Claudio Cupellini, ad un gangster alla Tarantino, ma anche a ‘Quei bravi ragazzi’ di Scorsese. Gomorrah è pronta al debutto anche in Germania e Spagna, sempre sottotitolata, e a meno di stravolgimento dei palinsesti, dovrebbe andare in onda in chiaro su La7 nei primi mesi del 2015.

Il Guardian
Gomorra non sembra molto distante da ‘Baltimore’ di David Simon o il superlativo ‘The Wire’. O anche la Brooklyn di ‘Quei bravi ragazzi’ di Scorsese. I cliché sono cliché proprio perché sono una parte fondamentale dell’idea di gangster che abbiamo in testa: amano le loro madri, che amano la buona cucina, fanno il segno della croce, si baciano l’un l’altro sulle guance, non giurano in presenza di donne, e sono teneri con i loro figli. Ma sono spietati e pronti ad uccidersi in qualunque momento. Non sarebbe corretto lamentarsi dei troppi cliché presenti nella serie. Sarebbe come lamentarsi di tutti i baci in una commedia romantica.

L’Independent
Il nostro eroe Ciro (Marco D’Amore) e il suo mentore criminale, Attilio, sono gangster nella tradizione Tarantino; a loro piace mettere il naso un po’ ovunque nel malaffare. Tutto, tranne la rapina a mano armata.

Il Telegraph
Vedi Napoli e poi muori? In Gomorrah non si vedo molto Napoli, però si vedono un sacco di morti, incendi, bombardamenti, sparatorie e quant’altro. Finora non c’è alcun segno della famosa baia napoletana, ma solo vicoli squallidi caseggiati, senza speranza e appartamenti di lusso arredati. Vesuvio, la stella delle cartoline, ha fatto solo da sfondo invernale ad una convocazione sul tetto degli assassini.

'Gomorra - La serie' conquista anche la Gran Bretagna

Gli attori e i personaggi principali
Pietro Savastano (interpretato da Fortunato Cerlino)
Ciro Di Marzio (interpretato da Marco D’Amore)
Gennaro ‘Genny’ Savastano (interpretato da Salvatore Esposito)
Salvatore Conte (interpretato da Marco Palvetti)
Imma Savastano (interpretata da Maria Pia Calzone)

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.