Filippo Mammì - 19 settembre 2014


Gambizzato 61enne nel quartiere San Basilio di Roma

Gambizzato 61enne nel quartiere San Basilio di Roma

Gambizzato 61enne nel quartiere San Basilio di Roma

A Roma si torna a sparare; evidentemente, nella Capitale è in corso da tempo una riorganizzazione della malavita organizzata capitolina, che comprende ovviamente anche l’eliminazione dei “pezzi vecchi” e l’affermarsi di nuove bande composte da giovani rampanti. Ormai, quasi ogni giorno si spara a Roma, una città sempre più violenta, con gli agguati che avvengono platealmente sempre più spesso in pieno giorno sulla strada, tra i passanti terrorizzati. Questa volta è accaduto stamattina, intorno alle 10, nel popolare quartiere di San Basilio, zona nordest di Roma: un pregiudicato di 61 anni è stato gambizzato a piazza Urbania, mentre si trovava all’interno di un bar. A fare fuoco un uomo con il viso coperto da un casco integrale, che è sceso da uno scooter Tmax, è entrato a colpo sicuro nel bar ed ha esploso alcuni colpi di pistola in direzione del sessantenne senza proferire parola; immediatamente è fuggito a bordo dello stesso scooter, non si sa se da solo oppure con un complice. L’uomo è stato trasportato all’ospedale Sandro Pertini, ma non sarebbe in pericolo di vita. Nel suo passato, secondo fonti investigative, c’è una lunga lista di precedenti per furto e armi, che risalgono anche agli anni Settanta. Interrogato in ospedale dagli agenti della Squadra mobile di Roma, avrebbe detto di non aver ricevuto minacce negli ultimi tempi. Secondo gli inquirenti, un agguato così plateale potrebbe significare che qualcuno voglia mandare un segnale all’ambiente in cui gravita il ferito, oppure uno sgarro alla malavita del quartiere, notoriamente al centro di traffici di droga e armi, spaccio e delinquenza varia.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.