Alessia Onorati - 5 settembre 2014


Vivere a lungo: il segreto è sedersi poco

Vivere a lungo: il segreto è sedersi poco

Vivere a lungo: il segreto è sedersi poco

Una notizia che non piacerà agli amanti del divano e delle comodità della vita sedentaria che risultano essere nemici di una vita lunga e una sana vecchiaia. Per assicurarsi infatti una vita lunga un invecchiamento lento bisogna stare molto tempo in piedi e sedersi poco. E’ quanto hanno dimostrato i ricercatori del Karolinska University Hospital di Stoccolma in una ricerca che hanno pubblicato sul British Medical Journal: stando alla ricerca infatti stare molto tempo in piedi aiuta a ritardare l’invecchiamento e ad assicurarsi una vita più lunga. Ciò dipenderebbe dalla lunghezza dei telomeri, regioni terminali del cromosoma, il cui progressivo accorciamento è direttamente legato all’ invecchiamento cellulare. In pratica chi trascorre molto tempo seduto o a bivaccare sul divano ha telomeri più corti di chi ha una vita più frenetica e di sovente sta in piedi più tempo. I ricercatori hanno realizzato un test su un campione di 49 adulti sovrappeso sedentari che hanno superato i sessant’anni e a cui è stata misurata la lunghezza dei telomeri nelle loro cellule sanguigne. E’ scaturito che il fattore più determinante per la lunghezza dei telomeri era il tempo che passavano seduti o sdraiati dunque è scaturito che per assicurarsi una qualità della vita migliore, anche in prossimità della vecchiaia, è assolutamente necessario stare più tempo in piedi e avere una vita più attiva che consenta ai telomeri maggiore flessibilità. Una ricerca dunque, che mette di nuovo in evidenza quanto sia importante avere una vita attiva e non sedentaria per assicurarsi un tenore di vita migliore e più longevo.

 

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.