Filippo Mammì - 18 ottobre 2014


Cadavere rinvenuto a due chilometri dalla casa di Elena Ceste

Cadavere rinvenuto a due chilometri dalla casa di Elena Ceste

Cadavere rinvenuto a due chilometri dalla casa di Elena Ceste

E’ stato rinvenuto il cadavere di una persona nelle campagne di Isola D’Asti, a due chilometri di distanza dalla casa di Elena Ceste, la donna di trentasette anni, madre di quattro figli, misteriosamente scomparsa da casa lo scorso 24 gennaio. Il corpo, in avanzato stato di decomposizione, è stato ritrovato durante i lavori di ripulitura di un canale di scolo adibito all’irrigazione, di proprietà di un agricoltore, adiacente alla ferrovia. Ovviamente non c’è ancora alcun riscontro per verificare se quel cadavere appartenga o no alla Ceste e gli stessi investigatori al momento mantengono uno stretto riserbo sulla vicenda. Certo, può anche darsi che si sia aperto uno spiraglio di luce sulla misteriosa sparizione di questa donna, letteralmente volatilizzatasi  in una tranquilla mattina invernale, uscita di casa dopo avere detto al marito di accompagnare i figli a scuola poiché lei non si sentiva bene; gli inquirenti, infatti, non hanno mai scartato l’ipotesi di un omicidio unitamente a quella della fuga volontaria. Ma sembra comunque improbabile che quel cadavere corrisponda a Elena: l’altezza del corpo non corrisponderebbe, hanno già fatto sapere dalle forze dell’ordine, inoltre le condizioni del cadavere rendono impossibile qualsiasi identificazione, impediscono persino di stabilire se appartenga a un uomo o una donna. Solo attraverso l’esame del Dna, che sarà eseguito dal Ris di Parma, potrà far sapere di più. Sul luogo del ritrovamento, sono giunti i carabinieri, il sostituto procuratore della Repubblica Laura Deodato, che si occupa dell’inchiesta sulla scomparsa della trentasettenne, e un medico legale.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.