Filippo Mammì - 20 gennaio 2015


Il 2014 è stato l’anno più caldo degli ultimi centotrentacinque anni

Il 2014 è stato l'anno più caldo degli ultimi centotrentacinque anni

L’anno appena passato si è rivelato quello più caldo di sempre sul nostro pianeta, almeno da quando vengono registrati e monitorati i dati delle temperature meteorologiche di terra e mare. La conferma arriva dalla Nasa e dal National Oceanic and Atmospheric Administration, che hanno pubblicato entrambi due studi diversi. Ad eccezione del 1998, gli anni più caldi che si sono avvicendati sulla Terra sono stati quelli venuti dopo l’anno 2000; dal 1880, infatti, da quando è iniziata la ricerca scientifica sui dati, la temperatura della superficie terrestre è aumentata di circa 0,8 gradi Celsius: “Se osserviamo individualmente gli anni – ha spiegato Gavin Schmidt, direttore dell’Istituto Goddard della Nasa – i cambiamenti possono dipendere anche da caotici scherzi del meteo, ma se analizziamo il trend possiamo affermare che i cambiamenti climatici dipendono per buona parte dall’emissione dei gas serra prodotti dalle attività umane”. Per esempio, nel 2014 sono state registrate temperature da record in Russia, Alaska occidentale, Stati Uniti occidentali, zone interne del Sudamerica, aeree marine dell’Australia, Nordafrica e gran parte dell’Europa; però ci sarebbe anche un dato preoccupante, secondo molti scienziati, e cioè che a lungo termine questo record potrebbe venire ripetutamente battuto. Persino la temperatura degli oceani è stata nel 2014 la più calda degli ultimi 135 anni: 0,57 gradi Celsius, ben al di sopra della media del Ventesimo secolo. Le calotte polari, poi, stanno procedendo ognuna su due strade differenti: il ghiaccio continua progressivamente e velocemente a ritirarsi nell’Artico, mentre, per il secondo anno consecutivo, ha raggiunto il picco in Antartide con oltre 13,08 milioni di metri quadri ghiacciati.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.