Tommaso Napoli - 8 agosto 2015


Roma, sciopero dei trasporti per il ‘Venerdì nero’, la capitale come Londra

Dopo Londra sciopera anche la metro di Roma: dopo 5 settimane di sciopero bianco, la metropolitana della Capitale chiude fino al pomeriggio con gli autobus ridotti al minimo.

Roma, sciopero dei trasporti per il 'Venerdì nero', la capitale come Londra

‘Venerdì nero’ per romani e turisti che ieri hanno dovuto fare i conti con l’ennesimo sciopero del trasporto pubblico nella Capitale, questa volta indetto dall’Usb dopo 5 settimane di sciopero bianco: metropolitana chiusa fino al pomeriggio e bus ridotti al minimo. La Metro A riaperta dalle 14. Uno sciopero simile a quello di Londra di alcuni giorni fa. Questa la nota dell’assessore ai Trasporti, Stefano Esposito: «Mi dispiace per disagi causati ai romani e turisti da uno sciopero incomprensibile e strumentale. Adesso il primo step è quello di rimettere in moto la gara per i bus. Faremo un monitoraggio puntuale, soprattutto sull’applicazione dei costi standard e sulla parte relativa alla riorganizzazione del personale: per esempio ci sono 160 verificatori, sono oggettivamente pochi e vanno aumentati, poi vedremo anche se sarà possibile adottare soluzioni innovative di natura più civica. L’obiettivo è alleggerire il più possibile la struttura amministrativa, e tutto ciò che si può bisogna rimetterlo in strada. E c’è un impegno per il contrasto dell’elusione e per un miglioramento significativo del sistema di vendita dei biglietti». «La ricapitalizzazione – aggiunge Esposito – è l’ultimo atto possibile, e con il quale abbiamo messo soldi dei romani nell’azienda. Quale sarà la soluzione lo vedremo, dal 24 agosto partiremo con la verifica delle diverse proposte, da quelle del sindacato alle nostre. Ma se si dice che la ricerca del partner annunciata del sindaco è privatizzazione e poi si auspica la partecipazione di Ferrovie dello Stato questo fa sorridere, perché anche Fs non va a investire dove non vede la possibilità di un utile. A me interessa che questo i romani lo sappiano. Con il nuovo contratto diamo all’azienda oltre 500 milioni fino al 2019, il nuovo contratto di servizio Atac è basato sul piano industriale e verrà accompagnato da un piano di efficientamento che, devo riconoscerlo, il management ha già messo in campo», ha detto infine l’assessore.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.