Tommaso Napoli - 4 settembre 2015


Uscita dal coma accusa il fidanzato: “Mi ha gettata lui dalla nave”. Parla l’ex marito

Aggiornamenti sulla vicenda della donna che uscita dal coma accusa il fidanzato. Intervistato l’ex marito conferma le parole dell’ex moglie

Uscita dal coma accusa il fidanzato: "Mi ha gettata lui dalla nave". Parla l'ex marito

Nei giorni scorsi tutti i media maggiori avevano parlato della donna torinese Laura Stuardo, che appena sveglia dopo 5 settimane di coma aveva rivelato di non essersi buttata in mare nè di essere caduta, ma di essere stata gettata dal suo compagno”. Una dichiarazione shock che ha messo nei guai il compagno Giovanni Pia, indagato adesso per tentato omicidio. Un giallo che sicuramente ha ancora moltissimi dubbi da chiarire. Gli inquirenti inizialmente avevano ipotizzato un tentato suicidio, in quanto il fidanzato della donna, in viaggio con lei sulla nave da crociera, Costa Fortuna, dopo il volo di 30 metri della compagna ha fornito agli inquirenti una versione completamente differente: nel suo racconto ha cercato di trattenere Laura Stuardo mentre volontariamente si gettava in mare. Finita in coma la donna non ha potuto confermare il tentato suicidio, fin quando un giorno dopo un mese e mezzo dal quel tragico 19 luglio, si sveglia e racconta la sua verità con la decisione di non voler vedere più Giovanni Pia. Ai microfoni di TgCom24 l’ex marito della 53enne dirigente bancaria, Umberto Stagno ha confermato che l’ex moglie appena sveglia gli ha detto che non voleva suicidarsi, e che non è caduta accidentalmente. “Non vuole più vedere il compagno – ha spiegato Stagno – mi parla di tutto, vuole leggere i giornali che abbiamo cercato di tenerle nascosti ma lei vuole vederli”. Una vicenda che ha dell’incredibile se si pensa che la donna essendo in coma dopo un volo di 30 metri con l’impatto di schiena sulle acque gelide della Norvegia, poteva anche non risvegliarsi più e non raccontare quanto realmente accaduto. Sarà adesso compito degli inquirenti valutare e risolvere il giallo.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.