Tommaso Napoli - 14 ottobre 2015


Mattarella sui migranti: “L’Ue metta a punto una politica sull’emergenza dei richiedenti asilo”

Secondo il presidente della Repubblica l’Ue dovrebbe mettere a punto sul tema immigrazione una politica sull’emergenza dei richiedenti asilo. «Fatti passi avanti solo quando si è giunti oltre il limite della sostenibilità»

Mattarella sui migranti: "L'Ue metta a punto una politica sull'emergenza dei richiedenti asilo"

Il capo dello Stato, Sergio Mattarella, al Quirinale, parlando ai deputati italiani che sono al Parlamento Europeo ha chiesto loro che l’Unione Europea «metta a punto una politica comune in tema di migranti e richiedenti asilo». «Passi avanti, nel senso di una maggiore corresponsabilità, sono stati fatti sul fronte dell’emergenza dei richiedenti asilo, ma, anche qui, quando si è giunti oltre il limite della sostenibilità». «Quante tragedie, quante morti, quante sofferenze sono arrivate fino a noi, prima che l’Europa facesse i conti con la propria responsabilità». «È necessario – inoltre – arrivare a una convergenza europea, pena l’inefficacia di qualunque misura. La nostra scelta non è tra la resa e la blindatura. La scelta è tra un’Europa che affronta i fenomeni governandoli e un’Europa che subisce gli eventi senza essere capace di guidarli, con il conseguente aumento degli squilibri interni e della sfiducia tra i Paesi membri». Sulle politiche economiche Mattarella ha sostenuto che «non possono essere affidate esclusivamente ad ambiti intergovernativi, né larghi né ristretti. Non spetta a me indicare soluzioni nel merito ma, per un governo equilibrato dell’area euro, occorre certamente attivare un’istituzione di segno comunitario e, insieme ad essa, dare a questo governo una base parlamentare su cui poggiare».

Umanità, solidarietà e responsabilità
Per quanto riguarda gli accordi di Dublino secondo il presidente della Repubblica «fotografano un passato che non c’è più; per questo sono radicalmente superati». «Il tema è come definire regole nuove improntate a principi di umanità, di solidarietà e di responsabilità, e comunque adeguate alla realtà che abbiamo di fronte».

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.