Redazione - 24 maggio 2016


M5S, Beppe Grillo: “Nuovo Rinascimento parte dai Comuni a 5 Stelle, unico voto utile”

«Il Nuovo Rinascimento parte dai Comuni 5 Stelle con amministrazioni trasparenti e vicine ai cittadini». «Renzie e la Boschi fanno finta che tra due settimane non succeda nulla, non parlano dei loro candidati e non invitano a votarli. Come dargli torto?». E’ quanto dichiarato dal leader dei 5 Stelle

M5S, Beppe Grillo: "Nuovo rinascimento parte dai Comuni a 5 Stelle, unico voto utile"

Il co-fondatore del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, in un post pubblicato sul suo blog dove ha ricordato gli appuntamenti elettorali dei pentastellati in vista delle imminenti amministrative, ha detto che «il Nuovo Rinascimento parte dai Comuni 5 Stelle con amministrazioni trasparenti e vicine ai cittadini che vengono ascoltati, non usati come Bancomat. Dall’altra parte c’è il Partito del Nulla che ormai si fa fare campagna elettorale da Verdini, l’unico forse che crede sul serio alla vittoria piddina in qualche grande città». Sul premier e il ministro per le Riforme commenta: «Renzie e la Boschi fanno finta che tra due settimane non succeda nulla, non parlano dei loro candidati e non invitano a votarli. Come dargli torto? C’è solo un voto utile a queste elezioni per il Rinascimento dei comuni e loro lo sanno. Preferiscono offendere i partigiani piuttosto che affrontare la realtà».

I comuni a 5 Stelle
«I candidati sindaci 5 Stelle sono tutti incensurati. La prima cosa che porteranno nei Comuni è una ventata d’onestà e trasparenza, a partire dai bilanci comunali e delle municipalizzate. Dove ci sono i sindaci 5 Stelle il debito non cresce anzi diminuisce, Equitalia viene rimpiazzata da agenzie comunali più vicine ai cittadini, la raccolta differenziata aumenta e dove possibile viene instaurato il Reddito di Cittadinanza comunale come a Livorno e Pomezia. Idee innovative e semplici, buone idee che non hanno colore politico e applicate da persone che hanno le mani libere e non devono rendere conto né a lobby né a cooperative».

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.