Anna Porcari - 25 luglio 2016


Dichiarazioni redditi 2015 dei politici: Grasso dichiara 345mila euro, Renzi 107mila

Sono state pubblicate le dichiarazioni di redditi del 2015 dei più importanti politici italiani. Renzi nel 2015 ha dichiarato 107mila euro; Pietro Grasso ha un reddito pari a 345mila. I ministri: Gianluca Galletti ha 126mila euro; Federica Guidi 109mila euro e la Boschi 96mila euro

Dichiarazioni redditi 2015 dei politici: Grasso dichiara 345mila euro, Renzi 107mila

Sono stati resi noti i guadagni dei principali politici italiani. Le dichiarazioni dei redditi 2015, si basano sui redditi percepiti durante il 2014, da dati riportati dal sito “Msn”. Matteo Renzi, attuale presidente del Consiglio ed ex segretario del Pd, ha dichiarato nel 2015 per l’anno fiscale 2014, un reddito imponibile di 107.960 euro: nelle sue dichiarazioni dei redditi spicca anche il cambio macchina della moglie Agnese, passata da una vecchia Saharan ad una Touran, sempre della casa automobilistica Volkswagen. Tuttavia, molti altri risultano avere il triplo del suo reddito come ad esempio Pietro Grasso, presidente del Senato, che ha una delle più alte dell’intero Parlamento, pari a 345.482 euro. Laura Boldrini, presidentessa della Camera guadagna 138.486 euro. Tra i capigruppo di partito, Renato Brunetta, Capogruppo del PdL alla Camera dei deputati, ha dichiarato per il 2014 un reddito imponibile di 226.248 euro; ma il capogruppo più ricco del Parlamento risulta essere Karl Zeller, a capo del gruppo Autonomia, che ha dichiarato un reddito di 450.150 euro. E oltre al presidente Pino Pisicchio del Gruppo misto, dove i parlamentari confluiscono dopo aver abbandonato il partito con il quale sono stati eletti, ha reddito 195.541 euro, mentre Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato, ha come reddito 129.516 euro.

Reddito dei ministri
Tra i ministri “più ricchi”, troviamo l’onorevole Gianluca Galletti, il ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio, che ha dichiarato una somma notevolmente più alta rispetto a quella dell’attuale presidente del Consiglio: il suo reddito equivale a 126.119 euro. Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, ha dichiarato 98.471 euro come reddito del 2015, mentre Graziano del Rio, ora ministro delle Infrastrutture, ha dichiarato 98.726 euro di redditi. Il ministro degli Affari Esteri, Paolo Gentiloni, ha un reddito pari a 101.715 euro, a differenza del ministro della Difesa, Roberta Pinotti, che ha dichiarato un reddito di 99.891 euro, sfiorando quasi i 100mila euro. Federica Guidi, l’imprenditrice diventata da poco ministro dello Sviluppo Economico, ha dichiarato un reddito di 109.216 euro, maggiore rispetto al reddito di Pier Carlo Padoan, ora ministro dell’Economia, che ammonta a 99.427 euro. Angelino Alfano, ministro dell’Interno, ha dichiarato un reddito pari a 116.276 euro, mentre Stefania Giannini, il ministro dell’Istruzione ha redatto un reddito pari a 96.699 euro, nonostante nella sua dichiarazioni risulti esserci una Mercedes 220, in più rispetto alla dichiarazione dell’anno precedente. Per Giuliano Poletti, ministro del Lavoro, risulta un reddito maggiore rispetto ai sopra citati, pari a 12.886 euro e il ministro della giustizia, Andrea Orlando, ha dichiarato 98.478 euro di redditi. Il ministro per gli Affari Regionali Enrico Costa, poco prima di diventare ministro, ha dichiarato 116.665 euro di reddito, poco più del reddito del ministro della Cultura Dario Franceschini, pari a 111.308 euro. Il ministro più “povero” risulta essere l’onorevole Maria Elena Boschi, ministro per le Riforme Costituzionali che, nel 2015, in relazione all’anno fiscale 2014 ha dichiarato 96.568 euro. Un cifra molto esile rispetto a quelle dei suoi colleghi.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.