Redazione - 18 luglio 2016


Quanto conta la banca dati nella finanza di oggi?

Insieme organizzato di dati. Informazioni strutturate contenute in un database e collegate tra loro. Interfacce web per la navigazione e il download di dati prodotti, corredate di metodologie, classificazioni e definizioni. Raccolte informative complete ed accurate. Archivi quotidianamente aggiornati. Sono queste alcune delle spiegazioni del termine banca dati

Quanto conta la banca dati nella finanza di oggi?

Non c’è alcun dubbio che stiamo parlando di un argomento molto complesso e difficile, soprattutto per chi non è ferrato ed esperto in materia. Però, allo stesso tempo, ci stiamo riferendo ad uno strumento di fondamentale importanza per chi opera in determinati settori. Pensiamo, ad esempio, alle banche dati dell’Istat, che sono per lo più prevalentemente a carattere statistico, ma sono essenziali per fornire una visione globale, approfondita e dettagliata. Non va dimenticato che il tutto è accessibile a titolo pienamente e perfettamente gratuito. Ma le banche dati vengono anche utilizzate da determinate aziende e diventano un vero e proprio strumento di marketing utile per trovare dei potenziali clienti. Si semplifica il lavoro, si creano liste a dir poco mirate e aumentano i profitti. Una catena perfettamente funzionante e di cui tutti gli esperti sono a conoscenza. Si possono creare selezioni per reddito, età, sesso e posizione geografica. Ovviamente, com’è normale che sia, occorre rispettare le normative sulla privacy, tenendo conto delle indicazioni e delle disposizioni del Garante. A volte, vengono utilizzati dei mezzi a disposizioni di tutti, come le Pagine Gialle e le Pagine Bianche, in modo da costituire una raccolta di informazioni su chi risiede nel territorio italiano. E non si possono dimenticare gli elenchi di mail. Anche in questo mondo internet e la rete tendono a prendere il sopravvento e a farla da padrone.

C’è un settore che non conosce crisi e che, anzi, è in continuo sviluppo e crescita. Stiamo parlando del gambling o gioco d’azzardo che dir si voglia. Ed è forse per questa diffusione così evidente del fenomeno, che è nato il progetto di costruire una raccolta dati. L’idea è dell’Associazione Gruppo Abete di Torino. Grazie a ciò è possibile trovare un catalogo elettronico con del materiale bibliografico ed un elenco delle riviste e dei servizi, sia pubblici che privati, che si occupano del tema. Tornando però a parlare di banche dati dei clienti, viene in mente la Caesar Entertainment, ossia una delle più grandi catene di hotel casinò del mondo, che ha sede a Las Vegas. Parliamo, giusto per capirci, della più grande azienda di intrattenimento del mondo. Il database della Caesar Enterteinment è stimato per un valore di circa un miliardo di dollari. Va detto che a dare questa valutazione sono stati i creditori. Questo ne fa capire l’importanza e evidenzia quanto essa può essere un bene davvero prezioso. Come lo è il player tracking, che aiuta a capire cos’è che attira la gente e qual è il vero fascino del gioco d’azzardo. Insomma, il tutto diventa economia. Il tutto diventa un modo ed un mezzo per aumentare i profitti. O quantomeno per cercare di farlo. Ecco perché si parla così tanto di banche dati. Ecco perché non tutti possono capirne il significato e l’importanza.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.