L%26%238217%3BItalicum+%C3%A8+legge%3A+s%C3%AC+della+Camera+con+334+voti+a+scrutinio+segreto
cataniaverait
/2015/05/litalicum-e-legge-si-della-camera-con-334-voti-a-scrutinio-segreto/amp/

L’Italicum è legge: sì della Camera con 334 voti a scrutinio segreto

Published by
Filippo Mammì

E’ fatta. L’Italicum è legge da ieri ed entrerà ufficialmente in vigore dal luglio 2016; la nuova legge elettorale per l’elezione dei deputati alla Camera è stata approvata dal Parlamento con 334 sì, 61 no e 4 astenuti. A ogni modo, i voti favorevoli sono stati in numero minore rispetto a quanto preventivato dal governo Renzi; tutte le forze d’opposizione (ad eccezione di alcuni ex pentastellati di Alternativa libera e altri singoli deputati) hanno abbandonato l’aula al momento del voto finale sull’Italicum, che è avvenuto a scrutinio segreto come richiesto da Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia. Ricordiamolo, la nuova legge elettorale era stata approvata in prima lettura dal Parlamento a marzo 2014 e successivamente licenziata a gennaio di quest’anno dal Senato, dopo alcune modifiche e variazioni; piena soddisfazione, ovviamente, da parte dell’esecutivo: “Impegno mantenuto, promessa rispettata” ha immediatamente twittato Matteo Renzi, che ha aggiunto “L’Italia ha bisogno di chi non dice sempre no. Avanti, con umiltà e coraggio”. Pari esultanza da parte del ministro delle Riforme Maria Elena Boschi, che ha affidato anche lei al social la sua felicità: “Ci hanno detto “non ce la farete mai”. Si erano sbagliati, ce la abbiamo fatta! Coraggio Italia, è #lavoltabuona”. Ed anche a Montecitorio la ministra non si è trattenuta: “Missione compiuta. Il governo ha mantenuto l’impegno. Abbiamo promesso, abbiamo mantenuto”. Ma dalla minoranza Dem sono giunte parole molto meno entusiaste: “Il dissenso è stato abbastanza ampio – ha dichiarato Pier Luigi Bersani – ora cosa fatta capo ha…ma il dato politico sia sull’approvazione della legge che sulle dimensioni del dissenso è non poco rilevante”. Gli ha fatto eco, sempre su Twitter, anche l’ex capogruppo Dem Roberto Speranza: “Ho votato no all’Italicum – ha scritto – che amarezza la Camera mezza vuota. Così la sfida del Pd al Paese è più debole, non più forte. #occasionepersa”.

Filippo Mammì

Sono giornalista professionista da due anni, ho 35 anni e sono di Reggio Calabria. Dopo un diploma in maturità classica e una laurea presso il DAMS dell'Unical (Università della Calabria) ho passato quasi dieci anni della mia vita a Roma, lavorando prima nel mondo del cinema (mansioni varie, niente di che!); in seguito, mi sono avvicinato al giornalismo (mia seconda passione dopo il cinema) frequentando il master di primo livello di Giornalismo presso la Lumsa, abilitativo all'esame da professionista presso l'ODG. Possiedo un blog su un sito locale e collaboro, oltre che con Cataniavera.it e Newspage.it, anche con Litalianews.it

Recent Posts

Dormi con un sonnambulo? Ecco cosa fare per non metterlo in pericolo ed aiutarlo

Cosa fare se scopri che dormi assieme ad una persona che soffre di sonnambulismo? Ecco…

4 settimane ago

Poco tempo e zero idee per cena? Questa ricetta è pronta in pochi minuti ed è anche light

Scopri una ricetta pronta in pochi minuti, semplice, leggera e deliziosa. Se ti manca il…

4 settimane ago

Carlo Conti, lo sgambetto inaspettato del collega: la sua reazione è epica

Carlo Conti ha rivelato un dettaglio inedito sulla propria carriera ed ha ammesso di aver…

4 settimane ago

Paolo Villaggio, dopo la sua morte spunta la clamorosa verità: ecco di cosa soffriva l’attore

Un attore che ha fatto la storia della commedia italiana e non solo: ora, dopo…

4 settimane ago

Risparmiare tanti soldi divertendosi: questa nuova idea fa innamorare tutti

Volete risparmiare davvero tanti soldi divertendovi? Ecco la nuova idea che farà innamorare davvero tutti:…

4 settimane ago

Se noti questo piccolo insetto in casa, non sottovalutarlo: la salute è in pericolo

In tutte le case può capitare che siano presenti insetti, ma la presenza di un…

4 settimane ago