Scroll to Top

CataniaVera.it

Notiziario digitale di libera informazione

Beppe Grillo nella giornata di ieri, a sorpresa, ha raggiunto i suoi a Roma a Montecitorio. Il motivo? Per difendere i 59 deputati del Movimento 5 Stelle sanzionati con una sospensione dall’ufficio di presidenza a causa dei disordini avvenuti in Aula durante le riforme costituzionali dello scorso febbraio. Il leader dei pentastellati davanti all’ingresso di...

E’ fatta. L’Italicum è legge da ieri ed entrerà ufficialmente in vigore dal luglio 2016; la nuova legge elettorale per l’elezione dei deputati alla Camera è stata approvata dal Parlamento con 334 sì, 61 no e 4 astenuti. A ogni modo, i voti favorevoli sono stati in numero minore rispetto a quanto preventivato dal governo Renzi; tutte le forze d’opposizione...

Ieri è arrivato il via libera della Camera dei deputati alla terza e ultima fiducia posta dal governo Renzi sull’Italicum: 342 sì, 15 no e un astenuto, questi sono stati i voti che hanno portato all’approvazione della fiducia. Le opposizioni hanno però disertato la votazione; la decisione di non partecipare è stata presa dopo una serie di contatti ed incontri...

Ieri c’è stato un intervento del premier Renzi sulla strage di migranti nel Canale di Sicilia di qualche notte fa e sull’emergenza sbarchi in generale; purtroppo, molti banchi erano vuoti, ma il presidente del Consiglio ha tenuto comunque il suo discorso: “Siamo tutti chiamati ad un approccio politico perchè è una scelta politica quella dell’Ue...

La Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, ha parlato in merito ai disordini avvenuti la scorsa settimana durante lavori notturni per votare le riforme del governo. Il culmine è arrivato quando dei deputati del Partito Democratico e di Sel si sono presi letteralmente a ceffoni in faccia. La Boldrini invita tutti ad una riflessione e soprattutto all’impegno...

Inchiesta Mose, niente scarcerazione per Giancarlo Galan Nessuna scarcerazione per Giancarlo Galan: l’ex governatore della Regione Veneto, in carcere dallo scorso 22 luglio nell’ambito dell’inchiesta Mose, deve restare in carcere. Lo hanno deciso i giudici, dopo quattro ore di camera di consiglio, respingendo così la richiesta di scarcerazione o di...